bg1
bg1
facebook googleplus

la nostra storia

Fondata da Filippo III di Spagna nel 1620, l’Università di Cagliari nasce con quattro insegnamenti: Teologia, Leggi, Medicina, Filosofia ed Arti.

Le strutture oggi esistenti si sono sviluppate in tre fasi, nell’arco del 1900. Negli anni ’30 nascono le Facoltà di Farmacia, Magistero e Ingegneria Mineraria; nel secondo dopoguerra seguono Lettere e Filosofia, la Casa dello Studente e la "Cittadella dei Musei”. Negli anni ’80 inizia a Monserrato la costruzione della nuova cittadella universitaria e del Policlinico.

La crescita dell’ateneo ha portato all’attuale configurazione in 6 Facoltà e 17 Dipartimenti. L’offerta formativa comprende 38 corsi di laurea triennali, 34 magistrali e 7 a ciclo unico, 17 corsi di dottorato e 9 master. Gli iscritti sono oltre 32.500.

In base al proprio Statuto, l'Università opera combinando in modo organico ricerca e didattica, per il progresso culturale ed economico sociale nella prospettiva regionale, nazionale ed internazionale.
L'Università, attraverso l'Azienda Ospedaliero Universitaria di Cagliari, svolge altresì l'assistenza sanitaria funzionale ai compiti istituzionali di didattica e di ricerca e con essi integrata.
L’ateneo del capoluogo sardo è impegnato nella valorizzazione dei risultati della ricerca e nel trasferimento delle conoscenze al territorio.

al servizio dell'innovazione

Valorizzare i risultati innovativi conseguiti nelle nostre attività di ricerca a vantaggio del mondo produttivo: tramite l’Industrial Liaison Office, inserito funzionalmente nella Direzione per la Ricerca e il Territorio, l’ateneo di Cagliari si impegna per collegare l’offerta di competenze dei gruppi di ricerca afferenti ai diversi dipartimenti con le esigenze di innovazione espresse dei soggetti che operano sul territorio isolano.
Imprese, enti pubblici, terzo settore, altri soggetti attivi nella formazione e nella ricerca sono quindi coinvolti nelle attività che esprimono la cosiddetta “terza missione”.
Alcuni esempi? Unica offre supporto nella creazione di imprese innovative spin off, in alcuni casi partecipando al capitale societario. L’ateneo assiste i ricercatori nella tutela della proprietà industriale delle invenzioni e li segue durante la cessione dei trovati in licenza.  Svolge attività di networking per la costituzione di reti e partenariati con organizzazioni pubbliche e private e i propri gruppi di ricerca sono particolarmente attivi nella realizzazione di progetti in partenariato con le imprese.

In modo specifico con il Progetto INNOVA.RE – Innovazione in Rete, in partenariato con l’Università di Sassari e Sardegna Ricerche, l’Industrial Liaison Office di Unica è impegnato nel rinforzare i servizi e le infrastrutture immateriali necessari al trasferimento tecnologico e mirati nel loro complesso allo sviluppo e al potenziamento della “messa in rete” del patrimonio di competenze, strumentazione e documenti disponibili presso tutti i soggetti che operano nel campo dell’innovazione.
Segnaliamo, fra gli altri, il progetto di accompagnamento alla cultura d’impresa Contamination Lab Cagliari  (http://clab.unica.it/), il progetto di creazione di una rete dei laboratori didattici e scientifici aperta all’utilizzo anche da parte di soggetti esterni all’ateneo, il progetto di costituzione del Sistema bibliotecario di Ateneo quale nodo della Biblioteca scientifica regionale, il progetto di sviluppo dell’anagrafe della ricerca da integrare a livello regionale e nazionale, la piattaforma di servizi in rete per la tutela della proprietà intellettuale.