bg1
bg1
facebook googleplus

la nostra storia

L’Agenzia AGRIS Sardegna, istituita con la L.R. 13/2006, opera quale struttura tecnico-operativa della Regione Sardegna per la ricerca scientifica nelle filiere agricola, agro-industriale, forestale e delle risorse ittiche.


Nell’esercizio della propria attività, l’Agenzia si attiene agli indirizzi strategici e alle priorità individuate dalla  Giunta  regionale,  e  sulla  base  di  tali  indirizzi  e  nel  rispetto  delle  disposizioni  statutarie, predispone i programmi annuali e pluriennali di attività che definiscono gli obiettivi operativi e le risorse necessarie per la loro realizzazione che sono poi approvati dalla stessa Giunta regionale.


L’attività  istituzionale  dell’Agenzia  si  colloca,  inoltre,  all’interno  delle  linee  tracciate  dalla  legge regionale n. 7 del 7.8.2007, con la quale la Regione intende dare impulso alla ricerca scientifica e l’innovazione tecnologica in Sardegna attraverso la promozione, il rafforzamento e la diffusione della ricerca scientifica e l’innovazione tecnologica.


Ai fini dello sviluppo, dell’attrazione e del mantenimento nel sistema regionale della ricerca di un capitale umano altamente qualificato, detta legge prevede esplicitamente all’art. 1 l’adozione integrale della Raccomandazione della Commissione europea n. 251 dell’11 marzo 2005, riguardante la Carta europea dei ricercatori ed il Codice di condotta per l’assunzione dei ricercatori.


L’Agenzia  AGRIS Sardegna, nel rispetto del proprio statuto e degli orientamenti impartiti dalla Regione Sardegna, garantisce la libertà di ricerca ai ricercatori, l’autonomia delle strutture scientifiche, la libera manifestazione del pensiero scientifico.

L’attività agricola è sempre più orientata verso modelli di sviluppo compatibili e coerenti con le singole realtà socio-economiche territoriali che mirino alla conservazione e valorizzazione delle specificità regionali per poter essere competitive con le nuove sfide del mercato. In quest’ottica, la comunità scientifica dell’Agenzia è costantemente coinvolta nella produzione di informazioni che rappresentino fattori strategici da trasferire alle imprese agricole per mantenerne alta la competitività.


In tale sistema ricerca-impresa, le azioni e le attività di AGRIS Sardegna si sviluppano coerentemente a partire dalle fasi a monte della produzione, secondo le direttive generali e in costante coordinamento con l’Assessorato dell’Agricoltura, in una logica cooperativa e di sistema orientata agli utenti e al miglioramento continuo della ricerca, del trasferimento tecnologico e dei servizi per lo sviluppo rurale.

al servizio dell'innovazione

L’Agenzia svolge e promuove la ricerca scientifica di base e applicata, la sperimentazione, l’innovazione tecnologica e il suo trasferimento al fine di:

  • favorire lo sviluppo rurale sostenibile;
  • favorire lo sviluppo dei settori agricolo, agroindustriale, forestale e delle risorse ittiche;
  • accrescere la propria qualificazione competitiva nei campi della ricerca;
  • contribuire alla tutela e valorizzazione della biodiversità animale, vegetale e microbica.


Per il perseguimento di queste finalità, l’Agenzia svolge le seguenti attività:

  • sviluppa percorsi di innovazione tecnologica e organizzativa appropriati alle specificità delle realtà locali in cui essi vengono applicati e in grado di favorire la competitività dei sistemi territoriali di impresa;
  • sostiene obiettivi di qualificazione competitiva dei sistemi agricoli, agroindustriali, silvoforestali e delle risorse ittiche attraverso il trasferimento dei risultati ottenuti alle imprese, in collaborazione con le Agenzie regionali e con altri soggetti pubblici e privati preposti a tali funzioni;
  • presta, a richiesta, consulenza alle istituzioni e ad altri organismi nazionali ed internazionali, nel quadro di accordi stipulati con gli stessi e approvati dalla Giunta regionale;
  • fornisce, a richiesta, consulenza scientifica e tecnologica alle imprese che operano nei settori di competenza;
  • favorisce l’integrazione delle conoscenze provenienti da differenti ambiti di ricerca e stimola sinergie con le attività di ricerca a carattere regionale, nazionale, comunitario e internazionale, anche al fine di assicurare tempestività nel trasferimento dei risultati;
  • promuove il dibattito su temi scientifici di particolare interesse per il sistema delle imprese agricole, agroindustriali, forestali e delle risorse ittiche della Sardegna;
  • promuove e sviluppa rapporti con le istituzioni, con le rappresentanze della comunità scientifica e tecnologica, delle parti sociali ed anche dell’associazionismo e del terzo settore;
  • collabora con le Università, il CRA, il CNR e con altre istituzioni pubbliche o private di ricerca e assistenza tecnica nazionali o internazionali per la realizzazione di programmi di ricerca scientifica e di sviluppo tecnologico congiunti ovvero, sulla base di apposite convenzioni, secondo quanto dettagliato nel regolamento di organizzazione e funzionamento;
  • collabora con le Università, le Imprese e le Istituzioni di formazione superiore prevalentemente Sarde, ma anche nazionali e internazionali, alla formazione e all’alta formazione del personale scientifico e tecnico nonché concorre, attraverso appositi programmi o convenzioni, con i su elencati soggetti, al trasferimento dei risultati della ricerca e delle abilità tecnologiche a studenti, laureati e ricercatori anche attraverso propri programmi di assegnazione o di cofinanziamento di borse di dottorato di ricerca o di altra forma di sostegno allo studio;
  • svolge, nel rispetto delle norme che regolano i principi di libera e leale concorrenza e sulla base di apposite convenzioni, attività di ricerca per conto delle imprese dei settori agricolo, agroindustriali, forestale;
  • svolge attività scientifica di supporto alla certificazione di qualità delle produzioni locali della Sardegna;
  • elabora, con metodologie scientifiche, i dati di filiera dei settori agricolo, agroindustriale, forestale e delle risorse ittiche e, in collaborazione con LAORE Sardegna, redige appositi rapporti;
  • instaura, sulla base di convenzioni quadro approvate dalla Giunta Regionale, rapporti di collaborazione, consulenza, servizio e promozione con Agenzie, enti regionali, enti locali e altre pubbliche amministrazioni;
  • supporta, sotto l’aspetto scientifico, le funzioni fitosanitarie regionali e predispone studi scientifici e di sviluppo tecnologico su richiesta dell’Amministrazione regionale per le materie di competenza.