bg1
bg1
facebook googleplus

La nostra storia

Sono trascorsi ormai alcuni anni dal momento in cui si iniziò a parlare di trasferimento tecnologico all’Università di Sassari, nel 2005. Questi termini, sconosciuti a molti nel sistema universitario, come peraltro la definizione della “terza missione” dell’Università, già esplicitata da alcuni decenni negli atenei statunitensi ed anglosassoni, suscitarono la curiosità di alcuni docenti e funzionari amministrativi che ebbe l’intuizione di creare un gruppo di lavoro che si concentrasse sul progetto di avvio dell’Ufficio Trasferimento Tecnologico dell’Università di Sassari.

Le motivazioni principali che spingevano verso la costituzione di un Ufficio Trasferimento Tecnologico erano legate all’esigenza di poter gestire in modo sistematico e organizzato i rapporti con Enti esterni, imprese, Amministrazioni locali e tutti i soggetti che potessero essere interessati alla produzione scientifica dell’Ateneo e alla sua valorizzazione industriale, concorrendo in tal modo all’incremento della competitività del territorio. Si pensava, inoltre, che dotare l’Ateneo di uno strumento istituzionale che potesse costituire una fonte potenziale di entrate alternative, in tempi non facili per il finanziamento della ricerca pubblica.

La nostra MISSION

L'Ufficio è una struttura di interfaccia e di raccordo tra la ricerca scientifica e il mondo delle imprese. Favorisce i processi di trasferimento di conoscenze e tecnologie sviluppate nell’Ateneo per la crescita economica e sociale del territorio. Promuove e sostiene la tutela della proprietà intellettuale e la nascita di nuove imprese innovative e spin off.

Il gruppo di lavoro si concentrò sulla partecipazione al bando del MUR (il celebre avviso 527/2005 volto a finanziare l’avvio o il rafforzamento dei TTO universitari) che consentì di ottenere le risorse necessarie per lo start up del servizio e per creare una rete interregionale con gli Atenei di Cagliari, Genova e Milano Bicocca. L’Università di Sassari era capofila del progetto denominato ILONET (istituzione di un network ILO a carattere internazionale con avanzate funzionalità di rete).

La rete aveva l’obiettivo di creare un centro di coordinamento fra il mondo universitario e il mondo produttivo, favorire lo scambio di buone pratiche e la definizione di linee guida comuni tra i nodi e, per le due università sarde, di porre le basi per la ”Rete Regionale per l’Innovazione” in Sardegna, già presente programmi nelle linee di attività del POR Sardegna 2000 – 2006 e rafforzata nell’attuale programmazione 2007 – 2013 sotto il cappello istituzionale del progetto INNOVA.Re.

Al servizio dell'innovazione:

ATTIVITA’

L’Ufficio è una struttura di collegamento tra la ricerca scientifica dell’Università di Sassari e l’esterno, in particolare il mondo imprenditoriale. Favorisce e promuove i processi di trasferimento di competenze, conoscenze e tecnologie sviluppate nell’Ateneo al fine di sostenere la crescita economica e sociale del territorio. Si occupa di:

Scouting e Trasferimento Tecnologico. Grazie allo scouting delle tecnologie e dei risultati della ricerca maturata nell’Ateneo, propone soluzioni alle domande di innovazione e di sviluppo provenienti dal territorio.

Valorizzazione dei prodotti della ricerca. Accompagna e sostiene la verifica e convalida dei risultati fino alla progettazione del percorso di valorizzazione (cessione del risultato alle imprese, partnership in ricerca e sviluppo o la creazione di un’impresa spin-off della ricerca).

Valorizzazione della proprietà industriale. Supporta i ricercatori e tutto il personale dell’Università nella scelta della migliore forma di tutela, dando adeguato supporto alla brevettazione e favorendo il licensing di brevetti e modelli di utilità.

Networking. Partecipa attivamente a Reti regionali, nazionali ed internazionali per la valorizzazione della ricerca e lo sviluppo tecnologico, per la tutela della proprietà intellettuale e la diffusione dei risultati.

Rapporti con le imprese ed il territorio. Aderisce e sviluppa partenariati con enti e operatori pubblici e privati, analizza e risponde alla domanda di innovazione tecnologica delle imprese operanti sul territorio.

Formazione ed orientamento. Organizza corsi dedicati alla diffusione della cultura di impresa e alle tematiche riguardanti la ricerca e la sua valorizzazione, il trasferimento tecnologico, la proprietà intellettuale, la progettazione.

FANNO PARTE DELL’UFFICIO:

CUBACT Looking For Development

LIncubatore dell’ Università degli Studi di Sassari accoglie futuri e neo imprenditori interessati a realizzare un proprio progetto di impresa e accompagna nei percorsi necessari per trasformare un’idea innovativa in un business di successo. Servizi:

- Pre-incubazione, prevede l’affiancamento agli aspiranti imprenditori di esperti nella definizione del progetto d’impresa, della verifica del valore della tecnologia, della sua sostenibilità economica, commerciale e legale.

- Incubazione, garantisce alle imprese costituite una piattaforma reale e virtuale, spazi attrezzati per l’insediamento, dotazioni hardware e software, spazi comuni per meeting, networking ed eventi a tema.

FABLAB uniss - Investire nelle idee

I FabLab (Fabrication Laboratories) sono laboratori che offrono servizi personalizzati di fabbricazione digitale, laboratori di scala ridotta, ma ad alto contenuto tecnologico, che offrono tutti gli strumenti necessari per trasformare l’idea in un progetto reale.

Il FABLAB uniss in linea con il network fablab internazionale si basa sui concept di share, learn and make; è un luogo di relazioni e condivisione, che mette in comunicazione giovani studenti con professionisti, professori e imprese, creando sinergie, facilitando lo scambio di idee e la nascita di progetti.

Start Cup Sardegna

La competizione annuale, promossa dalle Università sarde, che premia le migliori idee d’impresa innovativa da realizzare in Sardegna. Prevede:

una sfida locale, parallelamente nelle due sedi di Cagliari e Sassari

una sfida regionale tra i migliori business plan presentati ni due Atenei

la finale nazionale, che coinvolge oltre 49 atenei italiani, il CNR e l’ENEA, nella quale si sfideranno i finalisti della Start Cup regionali.

ALTRI SERVIZI

- partecipazione a progetti e bandi  di ricerca & sviluppo, innovazione e trasferimento tecnologico

- scambio di competenze tra mondo imprenditoriale e della ricerca, enti ed operatori pubblici e privati

- formazione e orientamentocomunicazione ed help desk